Coach imparare a mettersi in discussione

  • 0

Coach imparare a mettersi in discussione

Coach imparare a mettersi in discussione

Coach imparare a mettersi in discussione

Ci vuole una grande flessibilità e un grande lavoro su se stessi per i coach perché devono imparare in una nuova attività a rendere conto del loro operato a un committente, recuperare il senso di servizio e l’umiltà necessaria per dimenticare la presunta intangibilità del coach in virtù della sua competenza, salvo poi essere licenziati se i risultati non arrivano. Un cambio di pelle davvero notevole”.

Leggi tutto – Adnkronos.


  • 0

Aziende alla ricerca di “social skills”: addio individualismo

aziende alla ricerca di "social skills"Aziende alla ricerca di “social skills”

L’avvento dei social network sta rivoluzionando il mondo del lavoro e dell’organizzazione aziendale. ‘Social‘ è il termine che meglio identifica la direzione di marcia che ha preso il processo di cambiamento in atto. Quello che conta nella ‘Social organization’ è la capacità di fare squadra, di lavorare in gruppo, di collaborare. Si tratta di un nuovo modello di organizzazione del lavoro basato sulle community collaborative in cui il ruolo gerarchico è fortemente ridimensionato e la leadership si esercita in modo diverso rispetto ai vecchi modelli: le barriere interne sono abolite.

Leggi tutto – Adnkronos.


  • 0

Il lavoro del futuro è part-time, senza orari e lontano dall’ufficio – News dal web

il lavoro del futuro è part-time

Il lavoro del futuro è  part- time.

Niente orari fissi né presenza fissa in ufficio, lavoro da casa e part-time. Nuova tendenza che sta prendendo piede presso le imprese più “illuminate” per diminuire lo stress dei dipendenti e contemporaneamente aumentarne rendimento e produttività. La teoria del cosiddetto smart work, già applicata dall’esuberante Richard Branson, fondatore del colosso Virgin, e dalla Microsoft tedesca, ha una base scientifica.

Chi lavora a casa rende di più …

 

Leggi tutto – Libero Quotidiano.


  • 0

Scelta del personale con passaparola nel 2013: lo rivela la ricerca – News dal web

Scelta del personale con passaparolaScelta del personale con passaparola!

Più di 6 imprese su 10 hanno scelto il personale da assumere nel 2013 hanno scelto il personale con passaparola.

Partendo da una conoscenza diretta del candidato, magari già sperimentato nel corso di uno stage o di un tirocinio.

Spesso si utilizzano canali del tutto informali, quali il passaparola di conoscenti, fornitori o altri imprenditori.

Solo nel 1,8% dei casi le imprese si sono rivolte ai Centri per l’impiego e nel 2,6% alle società di somministrazione.

La scelta del personale con passaparola è il risultato della ricerca di Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e ministero del Lavoro.

Tutto l’articolo – Adnkronos.


  • 0

In azienda il lavoro è social e collaborazione diventa parola d’ordine – News dal web

azienda social e collaborazioneIn azienda il lavoro è social e collaborazione diventa parola d’ordine.

Il lavoro in azienda si fa social e la nuova parola d’ordine è collaborazione.

E’ la ‘social organization’: la nuova frontiera organizzativa delle aziende innovative e attente ai cambiamenti competitivi.

Si tratta di un nuovo modo di fare impresa che si sta diffondendo rapidamente, basato essenzialmente sulle community collaborative.

 

Leggi tutto – Adnkronos.


  • 0

Lavoro Nestlé per giovani … 5.000 in Italia – News dal web

Lavoro Nestlé per giovani Nestlé per giovani

Circa 200 aziende in Europa, di cui 12 in Italia, sono entrate a far parte di Alliance for YOUth, l’iniziativa lanciata da Nestlé per giovani, per far fronte alla crisi occupazionale in Europa, impegnandosi a creare nel continente oltre 100.000 opportunità per i giovani nei prossimi anni, di cui oltre 5.000 in Italia e presentata oggi a Roma. Il progetto promuove, inoltre, la stretta collaborazione con responsabili politici e il settore dell’istruzione per migliorare la preparazione professionale dei giovani e rilanciare la creazione di posti di lavoro.

“Forte dell’adesione di oltre 200 aziende di tutta Europa -ha affermato Laurent Freixe, ceo di Nestlé Europa- Alliance for YOUth si conferma come il primo movimento paneuropeo promosso dalle imprese per aiutare i giovani a prepararsi più adeguatamente all’ingresso nel mondo del lavoro e a migliorare le loro prospettive di impiego su un mercato molto competitivo”.

Leggi tutto – Adnkronos.


Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Categorie

Tweet di @PatriziaPiraino