Search Results for: stress lavoro correlato

  • 0
Stress-lavoro-correlato-SLC

Stress Lavoro Correlato (SLC)

Su impulso dell’Unione Europea (Accordo Europeo), lo “stress” viene riconosciuto nei luoghi di lavoro e con testo unico nel 2008. Questo costituisce un punto di riferimento per la trattazione del disagio sia dal punto di vista metodologico che normativo, lo stress lavoro correlato.

Lo stress lavoro correlato può essere definito come la percezione di squilibrio avvertita dal lavoratore quando le richieste dell’ambiente lavorativo eccedono le capacità individuali per fronteggiare tali richieste.

 

Stress lavoro correlato SLC

Sorgono preoccupazioni per “l’attuazione” del D. Lgs 81/08 e successivi. Pur concordando con i principi ispiratori della legge, pur essendo consapevoli che lo stress porta a un minor rendimento lavorativo dei dipendenti, pur volendo un ambiente piacevole e confortevole, c’è una sorta di timore che iniziare un intervento anche blando possa trasformarsi nell’apertura del “vaso di Pandora”.

Stress lavoro correlato SLC

 

Nonostante la sola parola Stress-Lavoro-Correlato metta un po’ d’“ansia” anche agli addetti dei lavori, in realtà questo processo è un momento di pensiero e riflessione sulla propria organizzazione.

Ogni volta che l’Azienda decide di coinvolgere i suoi collaboratori, che decide di “guardare con oggettività” alla propria organizzazione, i risultati sono a dir poco incredibili. Se da una parte emerge una fotografia dello stato reale di salute dell’Azienda, insieme ci sono già i germi delle soluzioni.

Stress lavoro correlato riflessione

Come si ottengono questi risultati? Si combinano, a mio avviso, due necessità profonde: i dirigenti (titolari, amministratori delegati, manager) si prendono – finalmente – il tempo di riflettere e di portare alla luce le disfunzioni. I dipendenti – i collaboratori – si sentono “importanti”, considerati, che contano, che valgono e investire del tempo per “ascoltare questi bisogni profondi” fa emergere la creatività: pensieri, riflessioni, ipotesi di soluzioni.

Il desiderio di “risolvere”, migliorare, diventa l’inizio di un “cambiamento” positivo, proattivo, consapevole e soprattutto condiviso. È il processo più naturale del mondo, che “trasforma” anche le persone con le sopracciglia aggrottate in persone serene, con un bel sorriso.

Ma l’importante è che il progetto, per attuare la valutazione dello stress lavoro correlato sia ben preparato, attentamente pianificato e soprattutto condiviso.

Superfluo il consiglio di farsi affiancare da qualche esperto, in modo da potersi concentrare più sui contenuti che sulla forma …

Perciò questa legge è una sfida da raccogliere. Ci si conceda del tempo per pensare, per riflettere, per confrontarsi, per essere creativi, per scoprire nuovi talenti, nuove opportunità, nuove soluzioni, nuove strade …

 

Argomenti strettamente correlati

 

 I Soggetti della Valutazione dello Stress Lavoro correlato

Stress Lavoro Correlato: le fasi iniziali (chi fa)

Stress Lavoro Correlato: predisposizione del piano di Valutazione del Rischio

Valutazione Approfondita: cos’è, come si effettua e quando

DVR. Documento di Valutazione del Rischio da Stress Lavoro Correlato.

 

 

 

Per maggiori informazioni

contatti

Iscrizione Newsletter



  • 0
DVR

SLC. Il DVR. Documento di Valutazione del Rischio da Stress Lavoro Correlato.

Al termina della valutazione dello stress da lavoro correlato SLC c’è la redazione del DVR (Documento della Valutazione dei Rischi).

Cos’è il DVR?

Si tratta di un documento che ripercorre le tappe della valutazione che è stata svolta, riportandone i risultati ottenuti nelle varie fasi ed azioni preventive.

DVRÈ un documento, quindi che segue la cronologia del processo, che riporta attori, azioni, reazioni e risultati.

Si inizia con la costituzione del gruppo di gestione della valutazione e dichiarando proprio in modo preciso i nomi delle persone con le loro rispettive posizioni quindi facendo riferimento al manuale proposto dall’Inail il modello potrebbe essere come il seguente schema.

Si riporta la strategia di comunicazione e di coinvolgimento del personale.

Inizia la fase propedeutica in cui si indicano le modalità di sensibilizzazione e azioni informative messe in atto per comunicare, coinvolgere il personale.

Viene spiegato lo sviluppo del piano di valutazione del rischio: sarà esplicitata inizialmente la Fase Preliminare dichiarando la somministrazione della lista di controllo per gli “eventi sentinella” e ne verranno riportati i risultati.

Poi verrà somministrata la lista di controllo per i “fattori di contenuti di lavoro” ed i relativi risultati, infine anche la somministrazione della lista di controllo per i “fattori di contesto del lavoro” con l’analisi dei risultati ottenuti.

Risultato: tipo di rischio

Se i risultati sono negativi, cioè si rientra nell’area di Rischio Non Rilevante, si procede con la pianificazione del “Piano di Monitoraggio” e con la dichiarazione della frequenza con cui si procederà al controllo dell’andamento degli eventi sentinella.

Diverso è il caso in sui il Rischio dovesse risultare Medio o Alto.

Si riporta – naturalmente –  il risultato e si procede con un’analisi approfondita ed una successiva pianificazione di interventi correttivi che si intendono adottare. Questi possono essere di natura organizzativa, procedurali, comunicativi, formativi, ecc mettendo a punto tutti gli strumenti e la metodologia necessaria. Va anche pianifica e messa a punto la verifica dell’efficacia dell’intervento.

Questa verifica dipende dal tipo di intervento da mettere in atto, ma si può ipotizzare di effettuare dopo un paio d’anni.

Anche qui possono scaturire due risultati: ad un esito negativo, quindi Rischio Non Rilevante, si procede con il piano di monitoraggio e la relativa stesura del DVR. Se invece il Rischio risulta Medio o Alto, a questo punto bisogna proprio programmare un intervento più significativo, coinvolgendo direttamente i lavoratori, magari con focus group individuando dei “gruppi omogenei di lavoratori” (in particolare suddivisi per mansioni, partizioni organizzative, ecc.).

Come detto prima, ogni passaggio, intervento, va riportato scrupolosamente nel Documento di Valutazione del Rischio.

Al termine dell’eventuale Valutazione Approfondita dovrebbero essere emerse le aree di miglioramento a cui dovrebbe seguire il piano di interventi correttivi, che andrà poi verificato nella sua efficienza

 

slc dvr1

 

Argomenti strettamente correlati:

Stress (Lavoro Correlato) e una legge per valutarne i rischi

I Soggetti della Valutazione dello Stress Lavoro correlato

Stress Lavoro Correlato: le fasi iniziali (chi fa)

Stress Lavoro Correlato: predisposizione del piano di Valutazione del Rischio

Valutazione Approfondita: cos’è, come si effettua e quando

(DVR. Documento di Valutazione del Rischio da Stress Lavoro Correlato.)

 

 

Per maggiori informazioni

contatti

Iscrizione Newsletter



  • 0
SLC-predisposizione-piano-valutazione

Stress Lavoro Correlato: SLC predisposizione piano di Valutazione del Rischio

Stress lavoro correlato: SLC predisposizione del piano. Il Gruppo di Gestione della Valutazione, appena costituitosi (SLC: le fasi iniziali), comincia i lavori pianificando la valutazione del rischio.

Stress Lavoro Correlato: SLC  predisposizione piano di Valutazione del Rischio

SLC predisposizione piano di valutazioneLa prima fase è la “Valutazione Preliminare” che ha lo scopo di verificare la presenza o meno del rischio di stress. Nell’ipotesi di presenza, di identificarne le cause e l’eventuale successiva messa a punto delle misure correttive.

La definizione condivisa di Valutazione Preliminare è la

rilevazione di indicatori di rischio “oggettivi” e verificabili e ove possibile numericamente apprezzabili.

Ma quali sono i fattori di rischio: si distinguono tre tipi di fattori.

“Read More”

  • 0
SLC chi fa

Stress Lavoro Correlato: SLC le fasi iniziali (chi fa)

Prima di progettare la valutazione vediamo il gruppo di valutazione.

Stress Lavoro Correlato: SLC le fasi iniziali (chi fa)

Innanzitutto bisogna costituire il gruppo valutativo che sarà formato da tutti i soggetti: DL (Datore di Lavoro), Medico Competente (MC), Responsabile del Servizio Prevenzione Protezione (RSPP), Rappresentati Sindacali dei Lavoratori (RLS).SLC le fasi iniziali

Questo Gruppo di Gestione della Valutazione avrà il compito di progettare l’intervento,

“Read More”


  • 0
SLCi soggetti

I Soggetti della Valutazione dello Stress Lavoro correlato (SLC)

E’ sempre difficile generalizzare percorsi che in realtà, in azienda, sono sempre personalizzati e modificati anche in corso d’opera, come nel caso della valutazione dello stress lavoro correlato.

Si riprendono i passaggi indicati dal collega Paul Maurice Conway (Psicologo della salute occupazionale, Dottore di Ricerca in Medicina del Lavoro e Igiene Industriale, intervento del 10 febbraio 2012 a Milano)

SLCi soggetti

I soggetti della valutazione.

Il percorso di valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato deve:

  • essere promosso e gestito direttamente dal datore del lavoro e dal top management;
  • essere accompagnato da adeguate azioni informative e formative;
  • essere orientato alle soluzioni;
  • imperniarsi sulla partecipazione effettiva dei lavoratori;
    “Read More”

  • 0
stress lavoro-correlato

Ue: Eu-Osha, ignorare stress lavoro-correlato costa 20 mld l’anno.

 

Affrontare lo stress lavoro-correlato e i rischi psicosociali può essere considerato costoso, ma ignorarli costa molto di più. Nei Paesi del vecchio continente almeno 20 miliardi all’anno, stando alla stima della relazione Calculating the cost of work-related stress and psychosocial risks dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha), che ha dedicato proprio a questi fenomeni la nuova edizione della sua campagna biennale ‘Ambienti di lavoro sani e sicuri’.

Ignorare stress lavoro-correlato costa

Secondo un altro studio sulla salute mentale citato nella relazione, svolto nel 2013 grazie a un finanziamento dell’Unione europea, il conto annuale della depressione lavoro-correlato sarebbe, però, molto più salato.

stress lavoro-correlato

Leggi tutto – Adnkronos.


  • 0

Stress (lavoro-correlato). Non facciamoci spaventare: è un’occasione di “riflessione” sulla nostra Azienda

Ormai sempre più spesso i miei clienti mi confidano le loro preoccupazioni per “l’attuazione” del D. Lgs 81/08 e successivi. Pur concordando con i principi ispiratori della legge, pur essendo consapevoli che lo stress porta a un minor rendimento lavorativo dei dipendenti, pur volendo un ambiente piacevole e confortevole, c’è una sorta di timore che iniziare un intervento anche blando possa trasformarsi nell’apertura del “vaso di Pandora”.

stress

Beh, permettetemi una nota del tutto personale, ma il solo pronunciarlo STRESS LAVORO-CORRELATO, mette “ansia” anche agli addetti dei lavori, per cui non mi stupisco

“Read More”

  • 0

Stress (Lavoro Correlato) e una legge per valutarne i rischi

Stress Lavoro Correlato: ma cos’è?

stress lavoro correlato

Questo è il primo di una serie di articoli sull’argomento “stress da lavoro correlaro”, in modo da affrontare tutti i punti cardine.

E per bene iniziare direi che potremmo tentare di dare una definizione di stress.

Definizione di stress.

Dove nasce la parola stress? In un officina meccanica: lo stress erano le prove, in laboratorio, di resistenza dei metalli (trazione, flessione, torsione) … al fine di determinarne il carico di rottura.

Intorno agli anni ’30 il termine fa la sua comparsa in ambito biologico

“Read More”

  • 0
China Gorman

Ambiente stressante costringe all’abbandono.

ambiente stressante

“Sappiamo tutti che un ambiente stressante può avere effetti sul benessere mentale, fisico ed emotivo dei collaboratori, oltre che avere effetti sul coinvolgimento e produttività dei collaboratori, ma un nuovo studio condotto da Monster rivela quanti collaboratori si stanno rifiutando di lavorare in un ambiente stressante, e stanno cercando lavoro altrove”. A dirlo China Gorman, amministratore delegato di Great Place to Work.

Ambiente stressante?

Lo studio internazionale ‘Workplace Stress’ di Monster ha interpellato circa 1000 persone alla ricerca di lavoro presenti nel database di Monster attraverso un’indagine condotta quest’anno.

 

Leggi tutto – Adnkronos.


  • 0
valutazione rischio stress

Per corretta valutazione rischio stress da lavoro coinvolgere tutti dipendenti

valutazione rischio stress

Prendere in esame non singoli ma gruppi omogenei di lavoratori.

Coinvolgere tutti i dipendenti e i datori di lavoro. Questo il punto di partenza per una corretta valutazione del rischio da stress di lavoro correlato in un’azienda. E’ quanto emerge da un documento del Coordinamento tecnico interregionale per la prevenzione sui luoghi di lavoro, un vero e proprio vademecum che indica un percorso orientato verso l’eliminazione o riduzione al minimo dei fattori del rischio.

Valutazione rischio stress.

La valutazione aziendale deve essere eseguita con riferimento a tutti i lavoratori, compresi dirigenti e preposti e deve prendere in esame non singoli ma gruppi omogenei di lavoratori che risultano esposti a rischi dello stesso tipo.

Labitalia


Cerca nel sito

Iscrizione Newsletter

Inserimento cv nella banca dati

Utilizzare questa e-mail  per inserire direttamente il proprio cv nel database provincia di Trento

Portale Lavoro

Categorie

Tweet di @PatriziaPiraino